• Pubblicato in data 17/10/2019

Estate 2019, bilancio positivo nei territori della Banca del Cilento. Solimeno: “Ora valutiamo investimenti importanti”

“Dopo una partenza negativa, dovuta al cattivo andamento climatico, l’estate 2019 ha ingranato una marcia alta nei territori costieri cilentani, lucani e calabresi di competenza della Banca del Cilento. E questo, per i meccanismi di compensazione che caratterizzano l’attività della nostra Banca, garantirà nel periodo invernale nuove possibilità di investimenti, in particolare nelle aree interne del Vallo di Diano e lucane”. È sostanzialmente positivo il bilancio del direttore generale Ciro Solimeno sull’andamento della stagione turistica appena conclusa, ovviamente per quello che riguarda le aree di competenza della Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania. “L’estate -conferma Solimeno- si era presentata in chiaroscuro: la prima parte era stata anticipata in particolare da un pessimo mese di maggio che, in particolare nella zona costiera, non faceva presagire nulla di buono”. Però poi fortunatamente il clou dell’estate, e principalmente i mesi di luglio ed agosto, sono stati caratterizzati in massima parte da assenza di pioggia. “Abbiamo avuto -sottolinea il direttore generale- due mesi centrali assolutamente positivi per la stagionalità delle zone turistiche cilentane, lucane e calabresi, almeno in quelle aree nelle quali noi operiamo. Una inversione di tendenza che ha fatto recuperare abbastanza agevolmente il gap negativo che c’era stato nella prima parte dell’estate. Per cui ora che siamo arrivati quasi alla fine di ottobre, possiamo registrare un bilancio sicuramente positivo per quelle zone del nostro territorio di competenza che vivono di vocazione stagionale”. Un dato che conforta, e che si riverbererà positivamente nel periodo invernale su quell’altra parte del territorio di competenza della Banca del Cilento, in particolare Vallo di Diano e Basilicata, che invece vive di una economia manufatturiera in tutte le stagioni dell’anno. “I segnali che abbiamo -evidenzia Solimeno- ci fanno prevedere che il 2019 si dovrebbe chiudere con un segno positivo anche in questi territori. L’andamento di questi mesi estivi ci ha dato la possibilità si accumulare risorse, che saranno poi investite nelle attività economiche invernali cilentane, lucane e del Vallo di Diano. Stiamo valutando con la massima attenzione e con il massimo scrupolo diverse operazioni che ci sono state presentate, e che sicuramente -conclude il direttore generale della Banca del Cilento- per fine anno ci porteranno a fare degli investimenti importanti”.

News recenti